Storia di successo: l'essiccazione delle erbe

Trattamento delle erbe

Le erbe secche non sono diventate solo una parte indispensabile della cucina. Per millenni, hanno anche giocato un ruolo importante nella preparazione di medicinali. Una forma comune è l'infusione di camomilla. Il processo di essiccazione richiede tempo. Le erbe devono essere trattate con cura per garantire una qualità ottimale e il più alto contenuto possibile di sostanza attiva.

Compito

Alla Hofgutkräuter GmbH & Co. KG di Reinheim, in Germania, varie erbe vengono essiccate con un essiccatore a nastro per l'ulteriore lavorazione nei produttori o estrattori di tè. Questi includono camomilla, menta, dente di leone, radice di arnica, melissa, carciofo e pastinaca.

A seconda del prodotto, la temperatura e la velocità del nastro del processo di essiccazione variano. I prodotti da essiccare sono trasportati all'essiccatore a nastro da un nastro trasportatore. Mentre le erbe passano attraverso il sistema con un totale di 5 punti di rotazione, vengono asciugate per mezzo di una fornitura di aria calda.

Approccio alla soluzione

L'essiccatore a nastro usato finora dalla Hofgutkräuter GmbH & Co. KG a Reinheim, in Germania, è stato adattato per migliorare l'efficienza energetica e aumentare la flessibilità del sistema.

In circa 20 punti di misurazione sull'essiccatore a nastro e al suo interno vengono misurate e controllate, per ogni processo di essiccazione, le temperature, le pressioni, le velocità dei ventilatori e dell'aria di scarico e le trasmissioni a cinghia con il sistema di automazione JUMO mTRON T. Il sistema viene monitorato per eventuali malfunzionamenti e i valori misurati vengono salvati per garantire la tracciabilità e la documentazione.

Nell'area dell'aria di alimentazione vengono utilizzati regolatori di umidità e temperatura. Vengono utilizzati anche trasduttori igrotermici e sonde di temperatura. Nella sezione dell'aria di scarico, i controllori JUMO dTRON sono impiegati (tra gli altri dispositivi) come sensori di velocità insieme ai trasmettitori di pressione differenziale JUMO. Anche la trasmissione a cinghia è controllata da controllori JUMO dTRON.


Vista interna dell'essiccatore a nastro

Vista interna dell'essiccatore a nastro

Alimentare l'offerta

Alimentare l'offerta

Risultato del progetto

L'ampio portafoglio ha permesso a JUMO di modernizzare l'intero impianto. Sono stati utilizzati 14 moduli di controllo multicanale, 16 moduli di ingresso analogico e 19 moduli di ingresso o uscita digitale, oltre a 2 unità di elaborazione centrale. È stato fornito anche il sistema completo di tecnologia dei sensori.